martedì, dicembre 02, 2014

Sul dramma del taglio di capelli

Lunghi Lungh a 17 anni
Io ed i miei capelli abbiamo sempre avuto un rapporto d'amore ed odio come neppure Rossella e Rhett Bluter. E' che io ai miei capelli ci voglio bene: sono ribelli ed anarchici, tendenti sempre e comunque a far come gli pare e piace e restii a qualsiasi tipo di cambiamento. Insomma, son capelli fini ma carichi di personalita'.

Famosi fra i parrucchieri della lucchesia gli episodi di rigetto del colore al primo shampoo (da riflessi ramati a biondo basico nel tempo di una doccia, che pareva fra l'altro il set di Psyco) o di rifiuto totale a piegarsi in riccioli: due permanenti nel giro di una settimana annullate con due docce nella settimana seguente. Credo sia materiale da Guiness dei Primati.

Il problema con capelli del genere e' che l'unico modo per poterci convivere e' ignorarli. Ritrose, stopposita', pieghe strane...nulla, manco un secondo sguardo nello specchio. Giusto il tempo di spazzolare e districare i nodi e ciao. Forse per questo motivo, o forse per la sindrome da principessa Disney (Bella Addormentata noi ti odieremo per sempre), i miei capelli sono sempre stati lunghi lunghi.
In realta' ho tagliato i capelli solo due volte nella vita.
I piu' corti a 24 anni
La prima fu un trauma che ricordo ancora bene: ero in seconda media e volevo davvero tanto fare la 'persona grande' percio' decisi di dare un taglio non metaforico al look da piccola principessina bionda. La mamma mi porto' dal suo parrucchiere in citta', il salone di Luigi in Piazza San Frediano, per un taglio a caschetto sulle spalle. Mentre ero li' che aspettavo, mi sciolsi i capelli di fronte allo specchio e loro - i maledetti - ricaddero fluenti fin quasi alla fine della schiena, lievemente ondulati e splendenti come MAI lo erano stati prima. Bastardi. Ed io li', a fissare questa cascata bionda nello specchio.
Ovviamente mi misi a piangere: grossi lacrimoni silenziosi che mi rigavano le guance. Luigi mi chiese allora se non volessi giusto una spuntatina, ma riuscii a ritrovare il controllo della situazione e decisi di continuare: mi fece una bella treccia, con elastico in cima ed in fondo e poi zac, un bel colpo di forbici e mi ritrovai la treccia in mano come souvenir (credo sia ancora da qualche parte nell'armadio sottoscala a Lucca. Non chiedetemi come abbia fatto ad arrivare fin li'.)
L'unica altra cosa che ricordo di quel taglio e' che spesso ci facevo l'orripilante frisee che andava tanto di moda ad inizio anni 90 con una piastra comprata apposta dalla mamma. Ed evindentemente che decisi quasi subito di farli ricrescere. (Il frisee...ma vi rendete conto a quali torture ci hanno sottoposto gli anni novanta? Davvero non bastavano i fuseaux con le ghette?)

Il secondo taglio invece non ricordo assolutamente ne' quando ne' come me lo sia fatto. Testimonianze fotografiche mi vedono con capelli lunghissimi fino al 2001 e poi con capelli corti corti dal 2002. Quindi una qualche febbre da nuovo millennio mi deve aver colto nel frattempo e fatto adottare il caschetto corto che mi sarei poi portata per tutto l'erasmus e pure un po' oltre. Un taglio di sicuro molto meno traumatico del precedente.
Cespugliami!
Da li' in poi tutta una discesa, modellata con amore dalla mia fantastica Daniela, fino al super cespuglio biondo post-matrimonio...che probabilmente ha segnato un po' il limite finale per i capelli a principessa Disney, dato che ormai da tempo il mio role-model non e' piu' la Bella Addormentata ma quella stilosissima e capacissima donna in carriera che e' Malefica.
E quindi sono tre annetti che galleggio fra lunghezze medie in cerca del coraggio per compiere il terzo taglio.
(Daniela non mi avrebbe mai permesso di scrivere queste righe, ogni taglio per lei era un sacrificio personale!)

Ora, mettiamo che finalmente abbia trovato il coraggio di decespugliarmi, ecco che improvvisamente mi si aprono nuove, troppe, frontiere: pensate di dover decidere voi il vostro primo taglio dell'era internet!
Le altre due volte che mi sono tagliata i capelli non c'era nessuna connessione globale ad assistermi. Quello che una doveva fare allora era andare dal parrucchiere e sfogliare cataloghi e riviste finche' non le saltava agli occhi qualcosa che le piaceva. Al massimo, se una era proprio organizzata, si ritagliava qualche immagine di pettinature delle star da TV Sorrisi e Canzoni o simili.
Invece adesso c'e' Pinterest.
Pinterest e' il male, fatevelo dire. Pinterest ti trova i tagli non solo della misura che vuoi ma pure adatti al tuo colore ed al tipo di capelli. E sono milioni!
La pazzia. L'orrore della troppa scelta. Una ci puo' affogare di Pinterest, davvero.
Comunque.
Senza lasciarmi prendere - troppo - dal panico e senza farmi trascinare - troppo - dall'entusiasmo, ecco una carrellata di tagli che mi potrebbero piacere. Pronti?
Et voila', direttamente dalla mia board creata per l'evento:

tanti tanti tagli...
Per ora la preferenza va al primo:

te piacerebbe senbrare cosi' eh! #credici
anche se i miei capelli dopo saranno sicuramente piu' simili al secondo...frizzosi e disordinati
Suggerimenti? Idee? Altre immagini? (Gesu', rispondete di no alla terza domanda, vi prego!)
Insomma che faccio, taglio?

(PS. certo, poi c'e' anche quel piccolo dettaglio di trovare qui in NZ il parrucchiere che sappia farmelo, il taglio che scelgo, ma vabbe', un passo alla volta!)

8 commenti:

Viviana Zanetti ha detto...

Per me 1, 3 e 8 e non rigorosamente in quest'ordine!
In bocca al lupo!

Unknown ha detto...

Io mi sono trovata molto bene con un asymmetric bob tipo questo: http://www.short-haircut.com/wp-content/uploads/2014/12/Blonde-Asymmetric-Bob-Hair.jpg

E' facile da mantenere, anche se poi ovviamente dipende dal clima in cui vivi. A NY i miei capelli, tranne che in estate, sono molto meno ribelli grazie al clima secco.

eli puccioni ha detto...

Grazie ragazze! Ora devo trovare coraggio e parrucchiere!

Voodoo_DoLLy ha detto...

Insomma, hai trovato il coraggio di fare ZAC? Tutti belli questi tagli, io ho il numero 4! Non così biondo, però: su base castana ho solo qualche schiaritura intorno al viso.
Il numero 1 mi piace un sacco! Ma col mio capello liscissssssimo si ammoscerebbe in un amen, e un taglio così sbarazzino senza quel po' di volume non rende :(

eli puccioni ha detto...

Dolly!!! pure io col capello finissimo e liscio stavo pensando ad un numero 4...pero' ancora devo raccattare tutto il coraggio possibile...che c'e' paura, anche per via dei parrucchieri di quaggiù'!! Vi terrò' informate!!!
(PS. Bello sentirti!)

Anonimo ha detto...

Gran bel blog! Ti ho "scoperta" come commentatrice sull' Antro Atomico e, dato che giUochi a Borderlands in ogni versione, vorrei aggiungerti a Steam; il mio handle é DrinkingSong.
Saluti e buone feste

Oana Diana Iliesi ha detto...

:-)

Oana Diana Iliesi ha detto...

Per il taglio, molto volentieri; per la distanza è un problema. Spero di risolvere a breve.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...