lunedì, agosto 27, 2007

Discorsi Politicamente Scorretti

Chiacchierando a ruota libera con le Figlie di Bruce, è sorto il quesito (ma non chiedetemi perché!) di come sarebbero apparsi i Tre Moschettieri se Dumas fosse stato uno scrittore di best sellers, o peggio di sceneggiature hollywoodiane, contemporaneo, americano e repubblicano…per chi volesse continuare a leggere questo inutile post, ecco a voi la nostra ipotesi.

Di sicuro i quattro protagonisti sarebbero dovuti essere molto politically correct e questo avrebbe richiesto l’ovvia presenza di:
1 Moschettiere Nero, alto fiero e devoto alla causa, e magari con una bella cicatrice, che avremmo identificato in Portos.
1 Moschettiere Presunto Omosessuale, capelli biondi lunghi e boccolosi, abilissimo spadaccino, tratti gentili ed aria da dandy, che sicuramente sarebbe stato Aramis.
1 Moschettiere Donna, bellissima bravissima indomita e coraggiosissima, che per far valere i diritti del suo sesso e diventare ciò che vuole avrebbe dovuto travestirsi da uomo e vivere nella finzione…beh, ovviamente questa è D’Artagnan!
E, per finire,
1 Moschettiere Bianco Anglosassone, altro biondo e bellissimo, nonché fiero coraggioso e pericoloso, e chi più ne ha più ne metta, che per esclusione non potrebbe essere altri che Athos.

Ma ovviamente, a questo punto, anche la trama avrebbe dovuto subire qualche piccolissima modifica…non nella sua sostanza, ma giusto un po’ nel finale: in effetti per dimostrare il valore e la forte tempre morale dei nuovi Moschettieri Politicamente Corretti, Dumas avrebbe dovuto rivedere leggermente le sorti di questi personaggi. Da questa rivisitazione avremmo ottenuto che due moschettieri sarebbero morti sacrificandosi valorosamente per un bene superiore ed il primo a morire sarebbe stato sicuramente il Moschettiere Nero (certi vecchie abitudini sono difficili da sradicare negli sceneggiatori americani repubblicani…), seguito a ruota dal Moschettiere Presunto Omosessuale; ma qui siamo incerte se l’autore avrebbe fatto fare o meno l’outing in punto di morte al caro Aramis, scena sicuramente strappalacrime ma forse un po’ troppo democratica…ed alla fine quindi sarebbero rimasti sono Athos e D’Artagnan, che nel frattempo avrebbero trovato modo, fra inseguimenti e colpi di scena, di innamorarsi follemente e consumare la loro reciproca passione, portando all’inevitabile conclusione fatta di cattivoni sconfitti, amici morti vendicati, D’Artagnan subito incinta e moglie felice che lascia allegramente cappa e spada per grembiule e ramazza (questo per il repubblicano sceneggiatore è la vera realizzazione di ogni donna) e il nostro eroe bianco Athos che viene ricoperto di grandi onorificenze e ricchi premi finchè, con abile colpo di scena finale, si scopre pure che è il figlio perduto dell’appena defunto sovrano e viene quindi eletto Nuovo Re tra il tripudio della folla…
….e magari partire subito dopo indomito verso la conquista dell’Iraq…
ma questa, cari lettori, temo che sia davvero un’altra storia!



nella foto: come si divertono i pezzi di merda

2 commenti:

Ele ha detto...

Io devo fare una domanda: nessuno si ricorda il film" Li chiamavano i tre moschettieri e invece erano quattro"?Io lo vedevo sempre da piccola quando ero malata su qualche rete locale e mi faceva morire dal ridere!

Eli e Lale ha detto...

uhmm...mumble mumble...ma lo sai che il titolo mi dice qualcosa?devo averlo visto, ma adesso ho il vuoto assoluto...ma il Grande L. non sarebbbe in grado di trovarlo ed organizzarci una bella proiezione nella casa dei balocchi per rinverdire i ricordi? :-P

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...