domenica, marzo 16, 2008

Universali contro Locali

Una delle cose più interessanti del vivere in un altro stato è scoprire che certe cose riescono ad essere veramente universali ed ad abbattere velocemente e facilmente molte barriere comunicative. Questi strumenti comuni a tutta l'umanità non sono altro che libri, film e canzoni.
Sì,lo so che detta così sembra una banalità, ma sono sicura che vi sentireste felici anche voi se vi trovaste alla fine del mondo a chiacchierare in un altra lingua e con persone che conoscete a malapena del vostro autore o del vostro cantante preferito, o di quel bellissimo film su quelle due ragazze che aprono un caffè dove friggono pomodori verdi...ed accorgersi di avere gli stessi gusti e predilezioni...e continuando così a parlare scoprireste all'improvviso il vero significato del detto della nonna "tutto il mondo è paese": le persone, in fondo, prese singolarmente, condividono molti più pensieri ed emozioni di quanto si possa mai immaginare ed il veicolo per esprimerle sono sempre, e per tutti, libri, film e canzoni.
Ma ovviamente fanno da contraltare a queste cose universali le varie e numerose "cose locali" che contraddistinguono e rendono unico ogni posto, piccole o grandi cose di cui avete bisogno quotidianamente e che vi fanno sentire a casa, proprio perchè le trovate soltanto a casa...
e so che sarà quindi inevitabile dover rispondere, al mio rientro, alla classica domanda:"Ma cosa ti è mancato di più in nuova zelanda?Il Prosciutto, il Clima, il Parmigiano, il Campionato,il Pampero?"ed incredibilente sono già sicura su quale sarà la risposta che darò alla suddetta domanda...senza nessuna esitazione risponderò a tutti "i Lines Seta Petalo Blu".

5 commenti:

albolo ha detto...

E io che pensavo che la risposta fosse "la Lucchese"! Ma quand'è che tornerai? E che fine ha fatto Lale? Baciotto :)

elielale ha detto...

in effetti è una dura lotta...ma credo che alla fine vincano comunque i lines!Almeno la lucchese la posso vedere su youtube...con i lines non fa lo stesso effetto!

Elena ha detto...

...ma con o senza ali?

elielale ha detto...

rigorosamente con le ali!
per le donne sono il passo evolutivo più grosso del XXI secolo..

Anonimo ha detto...

Senza entrare in quistioni alate, due fatti emergono con inoppugnabile chiarezza dal post:

1) l'Eli torna

2) Neanche questa volta siamo zii...

sandro

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...