venerdì, dicembre 02, 2011

Che Buono! Tonno fresco con carciofi e riso allo zafferano

E' decisamente tutta colpa della Vagabionda e del suo gustosissimo sito se adesso mi e' venuta di nuovo voglia di scrivere qualche ricetta sul blog (fra l'altro, Vagabionda, aspetto con ansia le recensioni natalizie!).
Quindi per qualsiasi protesta, vedetevela con lei.

In effetti, nonostante tutti i buoni propositi con cui avevo deciso di transformare il vecchio e logoro Vitamina R in una sorta di ricettario semi-personale - cosi' almeno, speravo, non ci saremmo piu' dimenticati di quella ricetta tanto buona che avevamo fatto quel giorno che pioveva e che avevamo le fave fresche eccetera eccetera... - presto ho dovuto guardare in faccia la dura realta': sono troppo pigra per avere un blog che non sia di assoluto cazzeggio.
E come l'assoluto cazzeggio ci impone, mi sono velocemente e felicemente stancata di questa novita'. In fondo cucinare e' facile, di questi tempi: apri il frigo, tiri fuori i due o tre ingredienti che ti paiono ancora commestibili, accendi il mac, vai su google, digiti "ricetta" e poi in sequenza i nomi degli ingredienti, clicchi su Invio et voila', non ti resta che scegliere quella che ti piace di piu' fra le miriadi di opzioni che ti appaiono.
(pare d'uopo sottolineare di non venire a lamentarvi con me se non avete ottenuto alcun risultato dalla ricerca "ricetta gatto melanzane panna montata"; gia' il fatto di avere il gatto in frigo dovrebbe essere un segnale forte di vostra totale ed assoluta negazione all'arte culinaria) 


Ma venendo al dunque di questo post, alla fine ho deciso di condividere questa ricetta, un po' perche' e' un piatto che ho creato combinando tre diverse ricette e quindi non facile da trovare, un po' perche' e' facilissimo da preparare e quindi si descrive in tre righe, e soprattutto perche' e' sublime e quindi dovete assolutamente provarlo!




Ingredienti per 2 persone:

  • 2 bistecche di tonno fresco
  • 6 carciofi
  • Riso arborio (io per due persone ne faccio una tazza, o 5 manciate)
  • Zafferano e curcuma
  • Aglio, e capperi
  • Prezzemolo
  • Olio extravergine di oliva
  • (per l'eventuale variante della cottura del tonno anche 1 scalogno e 2 acciughe)


Preparazione
Pulire i carciofi scartando le foglie esterne piu' dure e conservando solo il cuore e metterli in ammollo in acqua e limone. Fare un battuto veloce con l'aglio, i capperi e un po' di prezzemolo. Scolare i carciofi e buttarli in una padella con un filo d'olio e il battuto. Salarli, peparli, sfumarli col vino bianco mentre la fiamma e' alta e poi farli andare a fuoco lento con l'aggiunta di un po' di brodo vegetale finche' non sono cotti.
Nel frattempo mettere a lessare il riso.
Quando i carciofi sono cotti, levarli dalla loro padella e metterli da parte (tipo in un piatto).
Scaldare poi una padella con un filo d'olio e basta, o nella variante suggerita in un'altra ricetta (ma che non ho provato) aggiungervi e farvi rosolare scalogno tritato e acciughe. Quando la padella e' sufficientemente calda, mettere le bistecche di tonno a cuocere; ovviamente il tempo di cottura dipende dalla grandezza e dallo spessore delle bistecche, ma e' importante che il tonno rimanga rosato all'interno, altrimenti diventa troppo stopposo e quasi immangiabile. Aggiungetevi poi i carciofi e far cuocere tutto insieme per un altro paio di minuti.
Mentre tonno e carciofi stanno finendo di cuocere insieme, scolare il riso mantenendolo pero' umido, buttarlo nella padella dove hanno cotto i carciofi, scioglierci un cucchiaino di curcuma e dello zafferano e farlo andare finche' le spezie non sono ben amalgamate (ci vuole un minuto scarso).
Servire quindi il tutto ben caldo, ovviamente accompagnato da un buon vino bianco!
Praticamente l'unica difficolta' di questo piatto e' calcolare i tempi giusti perche' carciofi, riso e tonno siano pronti nello stesso momento, ma per il resto e' facilissimo e soprattutto davvero davvero buono!

Ecco, adesso mi e' venuta fame.


l'interno della bistecca di tonno

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Di certo in casa Puccioni s'è sempre mangiato di molto bene (per non parlare al matrimonio)!!!

Io mi posso fregiare di aver deliziato il fine palato della Vagabionda nello scorso Millennio con una mia interpretazione della "pasta con la robiola" che riportò un suo parere entusiasta...
Lazzina

eli puccioni ha detto...

ma che buona la robiolaaaaaa...uff quanto darei perche' la importassero pure qui! (btw, quando mi inviti a cena in casa nuova? sai cosa farmi di primo!)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...