martedì, ottobre 02, 2012

Vai avanti tu.

Cosciente dei 4kg riportati come zavorra dall'Italia, vergognosa dell'interno coscia a macchia di leopardo (cellulitico) e delle ciccette sopra i ginocchi - l'Orrore! - e per di piu' trascinata da post di gente ben piu' in forma e giovane di me, avevo deciso di rimettermi in forma.

Ebbene si', ebbra di buoni propositi e galvanizzata dal programmino di workout sul mio shuffle, ieri ho ricominciato a correre.

Dopo tipo 15 anni dall'ultima volta.

E che sara' mai, in fondo qui corrono tutti e per distanze astronomiche (10-15-20km come se fossero noccioline, 'ste figliole...), quindi magari potrei iniziare con tipo 10 minuti 2 volte a settimana, cosi' per riprendere un po' di fiato, ce la dovrei fare tranquilla, mi sono detta.

Illusa.

Anzi, povera illusa e stupida.

In realta' inizio in scioltezza, l'idea e' di girare intorno al campo di calcio e al parchetto adiacente, con puntata sulla spiaggia davanti allo yatch club, la musica che lo shuffle mi propone per il workout e' sufficientemente energetica, le gambe girano ed il fiato tiene.

Per i primi 3 minuti TRE.



Poi, si scatena l'inferno.
Il fiato sparisce - puff, tipo come quando si gonfiavano le carte delle merendine e poi si cercava di farle scoppiare ma venivano fuori loffie - le gambe si appesantiscono come se improvvisamente vi si fossero attaccati 40 kg di cozze ed ovviamente mi inizia a scappare la cacca.
(ci avevi ragione te, altra Zittella)
Che non e' quella bella sensazione sentire la parte inferiore del corpo che vuole evacuare tutto il possibile prima che sia troppo tardi mentre quella di sopra cerca disperatamente di incamerare tutto il possibile per non soffocare.
Diciamo che arrivano segnali contrastanti ad un cervello gia' in difficolta' da asfissia.
Senza contare la tizia atletica che corre splendida proprio verso di me e i tre bambini merdosissimi che si mettono a giocare a frisbee nel parchetto, no dico, ma proprio ora quando ci hai tutto il giorno? Vi giuro che li ho visti sghignazzare nella mia direzione, i nani bastardi.

Ma io, incurante delle nefandezze fuori e dentro di me, continuo imperterrita a caracoll correre, sospinta dalla musica e dalla signorina gentile dentro lo shuffle che mi dice a che punto sono. Ed e' proprio subito dopo che mi ha annunciato i 3 minuti dalla fine del workout che snap! qualcosa si torce all'attaccatura dell'anca.

Credetemi quando vi dico che ho sentito il rumore chiaro del muscolo che si stirava.

Alla fine, stoicamente, nonostante le gambe accozzate, i polmoni piu' sgonfi del seno di Pamela Anderson senza protesi, l'anca dislocata e i bambini sprezzanti, mi getto a terra trionfante appena la signorina gentile mi dice "Congratulazioni! Hai finito con successo il tuo workout!" (se lei questo lo chiama successo...).
Riprendo fiato per un tempo indefinito che potrebbe andare dal minuto all'intera serata e poi, dolorante, sudata e orgogliosa mi vado a leggere le statistiche:
10 minuti di corsa - alla fine ce l'ho fatta, eh - 1.24 km percorsi - beh dai non male come inizio - media di 8.2 km/h - boh vabbe' fingiamo che ho tenuto un buon passo - calorie consumate 59....aspetta...COSA?
59??
Mi sono infortunata sacrificando la possibilita' di altra attività fisica in settimana e resa ridicola per sole CINQUANTANOVE maledettissime calorie??
Vorrebbero davvero dirmi che mi sono giocata la dignità personale e la capacita' di camminare per smaltire l'equivalente calorico di un TicTac???

Morale della favola:
Andare a correre fa schifo e io a cena mi sono sbafata un hamburger con patate fritte.
Tiè.


5 commenti:

Anonimo ha detto...

Ti ricordo il test di Cooper che durava 12 minuti...
Lazzina

eli puccioni ha detto...

oh mio dio..il terribile Test di Cooper!!!!!
(e ancora più terribile il fatto che riuscissimo a correrlo....)

Voodoo_DoLLy ha detto...

L' unica esperienza di premorte della mia esistenza l' ho fatta durante una corsa. Da allora, ho un motto: IO NON CORRO a meno di 1)inseguimento da parte di animali feroci 2) elevato rischio di perdere mezzi pubblici :D

Anonimo ha detto...

...ma come???Abbiamo iniziato, o meglio tu Riniziato, a correre con gli stessi risultati???
Oddio a te è andata meglio nella tempistica...io ho fatto due minuti appena..
...corso sull'argine...e appena vedevo un albero, un sasso mi dicevo "Dai devi arrivare a quello, dai devi arrivare a quell'altro..."
Ho smesso di sudare dopo un'oretta che ero a casa fai te...


Sara

Lara Maestripieri ha detto...

Da questo post in poi sei il mio guru esistenziale

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...