giovedì, agosto 21, 2014

Che lavoro fai?

La domanda più temuta in assoluto, fonte di battute ma anche discussioni pseudoserie (che finiscono pure su linkedin:"definite il vostro lavoro in una parola!") tra noi del GIS.

Di solito la conversazione si svolge così:
- Che lavoro fai?
- Uh, ecco, sono un'analista e modellatrice GIS. Sai per caso cosa sia il GIS, il sistema informativo geografico?
- No.
- Beh praticamente significa che lavoro con i dati geografici, spaziali.... - sguardo vacuo dell'interlocutore - insomma per farla breve faccio le mappe.
- Ah, le mappe!
- Si' ma digitali, sul computer... - sguardo vacuo di nuovo - beh, hai presente Google Earth?
- Si'!
- Ecco quelle sono le mappe digitali.
- Ah ma quindi tu fai queste mappe qui, tipo Google, figo!
- Beh ecco, in realtà si può dire che faccio questo, ma e' un po' più complicato...
(interlocutore più interessato/avventuroso) - Oh racconta!
- Eh beh, vedi, noi si prendono tutte queste variabili spaziali, le strade, la geologia, l'elevazione del terreno, la pendenza e tante altre cose e le combiniamo insieme con determinati parametri per trovare i posti più adatti per quello che stiamo anali... - catalessi imminente dell'interlocutore, urge qualcosa di concreto! - ...per esempio una cosa ganza che facciamo noi e' cercare di capire con queste modellazioni dove ci sia la probabilità più altra di trovare l'oro!
- L'oro?!
- Si'!
- Ah ma allora fate tipo delle mappe del tesoro!
- Quelle! - sorriso di sollievo dell'interlocutore che mentalmente si e' appuntato di non chiedere mai più a nessuno di cosa si occupi...
- E comunque non ti preoccupare, neanche mia madre ha ancora capito che lavoro faccio...

parlare di mappe del tesoro m'ha messo sete..

3 commenti:

Letizia in Cucina ha detto...

descrizione perfetta!!! Condivido al 100%!

laura ha detto...

Veramente Elisa! io uso il gis soprattutto per progettare i servizi di raccolta dei rifiuti e di igiene urbana quindi la mia spiegazione senplificata è: hai presente l omino che raccoglie la monnezza? io gli dico quale percorso deve fare per essere più efficiente.. magari senza fare dieci pause caffè :)

eli puccioni ha detto...

ahahah, Laura, bellissima descrizione!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...