domenica, settembre 24, 2006

E fu così che la mamma di bambi finì nel ragù...


a dispetto di quello che possono dire le malelingue, io adoro i bambini!
sono, lo ammetto, dei nani inutili per la maggior parte del loro tempo; però se bene ammaestrati possono risultare vantaggiosi (é facile e redditizio scaricare la colpa di qualche guaio su di loro) e soprattuttutto facilmente plagiabili ed impressionabili, fatto di cui approfitto con gusto e regolarità...
Ma, spezzando una lancia a loro favore, devo ammettere che i bambini di oggi sanno molto di più il fatto loro rispetto a quando bambini lo eravamo noi, il che li rende molto più interessanti ai miei occhi, ma leva gran parte del divertimento...Un tempo, per esempio, i nani piangevano immancabilmente quando quell'idiota mamma di bambi veniva uccisa, soprattutto se uno faceva loro notare che quella stessa mamma di lì a poco sarebbe stata trasformata in prosciutto, bistecche e forse pure in un bel paio di scarpe. Adesso invece distolgono gli occhietti attenti da quella palla di cartone e cominciano a farti un sacco di domande sul procedimento quasi magico che riesce a trasformare un solo cervo in tutte quelle cose, facendoti rimpiangere amaramente di aver aperto bocca.
Chi di spada ferisce...
Altro argomento, quello più spinoso per eccellenza, é la loro curiosità sulla "nascita dei bambini": io, che precoce proprio non sono mai stata, ammetto di non essermi mai posta veramente il problema e di aver appreso il procedimento da un'amichetta in quinta elementare, mentre i bambini che guardo (rispettivamente di 6 e 3 anni) hanno già una loro idea,anche se un po' confusa...vi riporto il dialogo di qualche giorno fa:
Gemma:"ma perché mamma e papà dormono insieme?é perché vogliono fare un altro bambino?
Martino:"ma perché a noi due ci ha fatto solo mamma?"
Elisa:"mamma e papà dormono insieme perché sono sposati, e i bambini li fanno insieme, solo che poi crescono nella pancia della mamma e vengoi fuori da lì"(ehi,niente commenti, non ho una laurea in pedagogia!)
Gemma:"ma non é vero!anche gli uomini possono fare i bambini,io ne ho visti tanti col pancione!"
Elisa:"ma no!e secondo te da dove uscirebbe il bambino dalla pancia di un uomo?"
Gemma(tutta sorridente):"dal pisello!gli si allarga il buchetto ed esce il bambino!!"
Elisa (alquanto perplessa della conoscenza anatomica della bimba):"no,vedi, un bimbo che nasce é già grande,non potrebbe mai passare da quel buchetto, e poi..."
Martino,interrompendo entusiasta:"Allora nascono da dove esce la cacca!!!"
Oddio - ho pensato - ne conosco diversi che sembrano proprio nati in quel modo...e se avessero ragione i bambini?

4 commenti:

albolo ha detto...

Splendido post! Però sul parto maschile potevi citare la costola di adamo o la testa giove o potevi arrischiare un'uscita dall'ombelico! Cmq secondo me i bimbi fanno troppe domande. Ma te eri così da piccola? Io mi facevo gli affari miei...Ciaooo

claudia&valeria ha detto...

è veramente divertente!!!
complimenti per il blog!!!!

Albertino ha detto...

Mi viene in mente la mia infanzia leggendo il tuo racconto. Leggevo tutto quanto fosse leggibile dall'enciclopedia (CONOSCERE si chiamava e si chiama ancora! è sempre lì da bambino l'ho consumata!) al libro sui funghi imparati TUTTI a memoria. Se solo avessi avuto la possibilità di accedere a internet! e se l'avessero i piccoli mostri che segui tu! Diventai IO topo da biblioteca per saper come venivano e vengono concepiti e fatti (sfornati è meglio!) i bambini ma mi spinsi più in là, imparando anche malattie veneree e altri problemi più da dottore che da bambino curioso parecchio curioso. Questi mostriciattoli spugnosi di oggi ricevono informazioni da ogni dove, stimoli, immagini e sempre più adulti non familiari che li guardano e non sono i loro genitori. Con i baby sitter improvvisati o professionisti i mostriciattoli sono senza dubbio più disinibiti e lasciano sul tappeto commenti e domande che i poveri adulti che li osservano rimangono presto disarmati di fronte a tanta e tale saccenza. Diventano oltremodo stimoli alla mente a volte arrugginita dei grandi che così possono allenare la loro materia grigia nel cercare di contrastare curiosità troppo.......curiose (o non mi viene la parola accidenti)

Pina ha detto...

Vogliamo parlare allora dei bambini che vengono qua??? Sanno il doppio delle cose che io ho imparato in 28 anni. Sono svegli, parecchio svegli... e la maggior parte anche simpatici e socievoli...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...