domenica, ottobre 15, 2006

strani incontri

che bello avere un pomeriggio libero durante la settimana!
un lusso in cui un tempo sguazzavo felice ed ignara e che adesso sembra più ambito, ed improbabile, di un oasi nel kalahari...
beh,giovedì scorso mi sono concessa finalmente di trovare la mia oasi nel deserto, e me ne sono andata a zonzo per le belle colline sopra livorno con una cara amica in procinto di migrare (di nuovo...che invidia!).
Fra chiacchere, mangiate all'aperto, uova, zucche e pomodori scroccati direttamente dall'orto (e dal pollaio), caffé, altre chiacchere, vecchie foto e nuovi paesaggi, ci siamo ritrovate, come sempre, a scendere verso il mare per aspettare il tramonto con i piedi immersi nell'acqua limpida del Romito.
e proprio lì, mentre aggiornavo la mia amica sulla storia che tutti vogliono sapere, mi sono sentita strusciare lievemente il mignolo destro; abbasso gli occhi (sollevando contemporaneamente il piede!) e mi trovo faccia a faccia con un polpo dall'aria perplessa e lo sfiatatoio pulsante...molto verosimilmente era stato attratto follemente dall'aroma di piede-in-scarpa-da-tennis-a-mezza-stagione che emanava il mio mignolo, anche se preferisco immaginare che fosse uscito per sentire la mia storia e mi avesse toccato il piede in segno di partecipazione (in fondo anche i polpi hanno un cuore,l'ho imparato a "sistematica e filogenesi animale"!).
ovviamente l'agitazione prodotta dalla frenetica ricerca della macchina fotografica da parte della mia amica, ma soprattutto il mio sguardo che più di compartecipazione nei problemi della vita esprimeva famelica cudigia (ebbene sì,eva, te lo devo confessare:mentre tu desideravi fotografarlo, io me lo sentivo già in bocca con prezzemolo, aglio e patate lesse!) ha fatto sì che il nostro molliccio amico se ne sia andato a tentacoli levati lasciando sia noi che lui a bocca asciutta...
comunque, come si dice sempre in questi casi, é stato un incontro breve ma intenso!

(Questo post é per te piccola Papakia: Buon Viaggio! parti con la tua irresistibile leggerezza, la tua spontaneità e la tua sete di ricerca e vedrai che i fantasmi non appariranno più e tutto tornerà ad essere nuovo ed incredibile ai tuoi occhi..)

1 commento:

albolo ha detto...

A mia mamma è successa la stessa cosa, solo che il polpo si è attaccato alla mano e non si voleva staccare. Mia mamma si è presa paura e ha cercato di staccarlo con l'altra mano. Tira e ritira, si è staccata..la testa del povero polpo. Inutile dire che il polpo, diviso in due, è venuta a casa con noi...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...