martedì, agosto 27, 2013

La verita' del grillo parlante



Ecco, tutti secondo me lo hanno frainteso, il povero Grillo Parlante.
(Non che non si meritasse la fine che poi ha fatto, sia chiaro, una ciabattata nel muso a chi dice sempre quello che pensa prima o poi non gliela leva nessuno, ci mancherebbe.)

Lui non parlava francamente alle persone per dare consigli non richiesti o cercare di stimolare chi non voleva ammettere la verita'. No no, proprio zero. Sai che gliene poteva fregare al grillo di un burattino cleptomane e bugiardo, bono giusto per farci un bel fuoco a Natale.
La realta' e' che non ne poteva piu' di reggere il balletto sociale delle ipocrisie, o detto piu' aulicamente, ci aveva le balle piene della gente che se la sona e se la canta da sola e voi dovete pure applaudire alla fine:

Ci hai il ragazzo che ha l'equivalente intellettivo del vuoto assoluto e vuoi averci un figlio? Mai pensato alla fecondazione in vitro con donatore esterno? No, eh...beh speriamo prenda tutto dalla mamma.
Ci hai la tresca col collega di lavoro ed il tuo ragazzo lontano sta per venire a trovarti? Ok, bene, almeno puoi cedergli il tuo letto che tanto te dormi col collega e si risparmia tutti spazio, no?
Ti sono mancata tantissimo, io? Ah, sarebbe bello poter dire altrettanto.

Insomma, e' che nella vita ad un certo punto capita che non ci hai piu' voglia di mantenere le facciate altrui. Di solito succede quando hai superato gli 80 anni di eta', che gia' ti tocca mettere tutti i giorni il tenalady e i nipoti ti chiamano solo quando vogliono soldi che mammamia ma il rispetto dov'e' e ai tempi tuoi era tutta un'altra cosa, figurati se hai voglia di tenere per te il fatto che quelle labbra rifatte la fanno davvero sembrare la scialuppa di salvataggio della Concordia e comunque lo sanno tutti che senza il cialis suo marito sarebbe a competere con le lumache.

Ecco, poi a volte, a certa gente - che noi qui chiameremo grillo parlante per mantenere l'anonimato - capita di diventare intollerante verso il prossimo e i suoi teatrini con un leggero anticipo rispetto alla data accettabile per la societa' moderna.

Un leggero anticipo di circa 45 anni.

Ma alla fine e' davvero cosi' grave?

(Si')

2 commenti:

LiLLy Yeah ha detto...

No Eli, vai tranquilla che è tutto a posto. IO ho gicato d'anticipo ancora più di te. Mi sono mossa almeno sessant'anni prima. Meglio sempre portarsi avanti che non si sa mai.

Letizia in Cucina ha detto...

;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...