sabato, novembre 11, 2006

Pandora è una stronza


Era qui fino a qualche giorno fa ed adesso sembra sparita, se ne stava nella poltrona che le ho preparato nel salottino del mio inconscio a sorseggiare wiskey, con le sue comode ciabatte, a scuotere la testa. Ma ogni tanto è così, la Rassegnazione compagna di tanti giorni, sembra sparire, lasciando posto alla sua nemica naturale la Speranza, a cui, credetemi, non va offerto nemmeno un pasticcino.
Sì, sì lo so, la Speranza è considerata una cosa buona, che fa andare avanti nei momenti brutti e storie del genere, ma lasciatemi finire.
Conoscete la storia di Pandora?
In breve a questa Pandora hanno regalato un vaso con dentro tutti i mali del mondo (regalino davvero simpatico, ma ho visto di peggio…) e questa svampita lascia fuggire dal vaso tutti questi mali (tra cui immagino ci fossero quelle società che vendono le suonerie in tv, Maurizio Costanzo e i pub senza birra) risultato: ovviamente il caos. Nel vaso però era rimasto un uccellino azzurro, la Speranza. Allora Pandora, decide di lasciarlo fuggire perché possa alleviare i mali che già si erano diffusi per il mondo.
Morale della favola:

1- La speranza è uno dei mali del mondo.
2- Pandora è una stronza perché lo sapeva e ha lasciato andare la speranza a mietere vittime.

Ora che sapete, potete dare la colpa a Pandora ogni volta il vostro cervello si ferma a sperare cose impossibili che in realtà non siete nemmeno sicuri di volere. C’è Pandora dietro a tutte quelle illusioni che ci condizionano e consumano, portando insoddisfazione e smarrimento. Perché la Speranza è così: ti trascina avanti, verso posti sconosciuti e quando gli domandi “Ma dove siamo?” ti risponde “E che ne so! Non sono mica un GPS” e ti ritrovi in lande sperdute e selvagge, mentre lei continua a sorridere.
Non biasimatemi se sto dalla parte della Rassegnazione (sì, lo so che Sandro non potrà resistere…), perchè su di lei si può sempre contare; ancora qualche giorno e mi porgerà il biglietto per il ritorno e riprenderà il suo posto, facendomi sentire di nuovo a casa.

12 commenti:

Anonimo ha detto...

Cara, carisssima ragazza col mac, chi visse sperando non fece, com'e' noto, una bella fine.
Cosa vuoi che ti dica?
Il peggio non e' vedere la speranza non corrisposta, esplori lande nuove, ci metti il meglio di te, ti accorgi che non va, lasci il tutto al suo destino e re-impieghi le tue energie altrove: questo e' umano.
Il peggio e' andare a cercarla dove sappiamo gia' che non c'e'.
Pero' mi hanno insegnato che questo non si chiama speranza, ma masochismo (sai, quella cosa che troppa felicita' fa male eccetera eccetera)
Il problema e' che il masochism..oops, si deve dire speranza...va di pari passo con la cecita' e la sordita' che solo i nevrotici riescono ad avere.
E siccome non c'e' due senza tre, i nevrotici tendono anche ad avere la memoria corta. Per questo, cara ragazza con il mac, ti pasto cio' che tu hai scritto un paio di settimane fa.

Inizia qui:

Ad ogni stop, semaforo o rotonda, la ragazza col mac avrebbe voluto tornare indietro, ma ha fatto finta di non sentire la sua parte razionale che le dava dell'idiota. Alla fine la parte razionale ha deciso di chiudersi in bagno e non voler assistere a certe scene. La ragazza col mac ha approvato la scelta e ha continuato a guidare.

Finisce qui (magari...!!!).

Allora, come vedi (ma chissa' se lo vedi..), questo con la speranza non c'entra un piffero. Questo e' un deliberato tentativo di affossare una ragazza eccezionale che avrebbe di piu' e di meglio da fare.

Come diceva il titolo di un vecchio film, Io Sto Con Gli Ippopotami. O con Buffy, se vuoi. E sono sicuro che almeno La Ragazza con Linux e' d'accordo con me. E forse anche la Tua Coautrice.

Tutti li', tranqulli, ma con la balestra carica ben nascosta dietro la schiena.
Digli al tuo amico di passare di qui, qualche giorno. Ma la momento giusto, non ti mettere in mezzo: potremmo non avere pieta' o compassione (le amiche della speranza).

sandro, stamani poco lupino, ancor meno malefico, e molto preoccupato

albolo ha detto...

Anch'io sto dalla perte della Rassegnazione (come è ovvio per uno che è nato a spezia)! Nonna Speranza è malvagia e la sua amica Carlotta è la fiamma del Gozzano. Pandora è una poco di buono ma suo marito, il Pandoro con nutella, a me pare molto buono e tira su di morale. Buon appetito

Anonimo ha detto...

...appunto.
Grassi e (in)felici.
Buon appetito, combattenti dei miei stivali.
L.M.

Eli e Lale ha detto...

Bellissima (..) disquisizione quella del primo commento ma occorre precisare che:
L'autrice de post ha un mac, ma è bianco e non è quello della "ragazza col mac" eroina di tante avventure.
Non provate nemmeno a chiederci di firmare i post, creare un po' di confusione è alla base di questo blog e poi ci piace tanto!!!

Anonimo ha detto...

Sono pienamente d'accordo con chi ha detto, cara ragazza col mac, che la tua tanto agognata speranza sia in realtà puro, sano e voluto masochismo...
Ma si sa, il male voluto...
Forse ti piace?ti fa comodo?sguazzare nel "dolore" e nel rimpianto, ops, nella speranza magari di percorrere ancora una volta, rectius, innumerevoli volte, quella strada, la strada di che cosa, come dire?del grande amore alla cime tempestose? Ma apri i tuoi occhioni cara ragazza col mac e riprendi contatto con la realtà, o fatti rapire direttamente da quell'ufo...saremmo tutti contenti...
RAGAZZA COL PC

Eli e Lale ha detto...

:-D
cara ragazza col pc, non criticarci (perché in realtà siamo due entità distinte a scrivere questi post, lo ripeto di nuovo!) per le nostre piccole debolezze...in fondo la vita é così bella anche perché contiene al suo interno tante cassettiere piene di sogni impossibili...che si cerchi di raggiungere le cime tempestose (libro di moda in questi giorni!) di amori solo sognati o le altresì inaccessibili acque calme di un lavoro agognato, é proprio il percorso e non l'obbiettivo finale che ci rende vive e ci insegna a lottare, soffrire e soprattutto conoscere noi stesse, non sei d'accordo?

Anonimo ha detto...

nessuna speranza lo sai, amica di una vita, però certe piccole soddisfazioni davvero non hanno prezzo..ma in fondo solo chi ha abbandonato il mondo perbenista di bill gates può capire!
HFLB (acronimo di Ho Finalmente Letto il Blog)

Anonimo ha detto...

posso anche essere d'accordo con TE, RAGAZZA COL MAC, ma, come dire, una cosa è prefiggersi degli obiettivi, e lottare per raggiungerli, un' altra cosa è...come dire...spingersi oltre. Forse da un lato bisogna ammirarti, nel senso e mi riferisco anche al brano "priorità" che io, povera ragazza col pc non mi sarei spinta a tal punto... ( e perchè forse ho un più orgoglio e stima di me stessa e perchè so fin dove poter arrivare senza "pisciare fuori dal vaso.....intesi vero???) Ma anche dalle tue parole, più che speranza emergeva rassegnazione, e da qui mi sono rifatta a Sandro che parlava di masochismo. Ora, è vero che la speranza è l'ultima a morire, ma si dice pure che...chi vive sperando...il finale lo sappiamo tutti.
Ora, mi chiedo io, vale la pena per una che si definisce non so più però se con orgoglio (o forse si tratta solo del solito ditino dietro il quale nascondersi)zittella, scendere così in basso per uno che non ti caga???
aspetto risposta ciao ciao
RAGAZZA COL PC

Anonimo ha detto...

Forse la ragazza col pc non ha (o non vuole avere?) abbastanza intuito per capire che lui invece la caga?
STE

Eli e Lale ha detto...

beh, sinceramente i commenti di chi si firma "ragazza col pc" adesso mi lasciano un po' interdetta: all'inizio pensavo ad un semplice sfogo, ma l'astio che continua a trapelare da quello che scrive mi fa credere che ci sia dietro un qualche rancore personale nei miei confronti, dato che soprattutto nell'ultimo commento sembra tirare conclusioni che vanno un bel po' oltre a tutto ciò che è stato scritto in questo blog. A questo punto quindi mi rendo disponibile ad un chiarimento in privato, via mail ovviamente, dato che un blog pubblico non mi sembra proprio lo scenario più adatto. Perciò invito la ragazza col pc, che fra l'altro tira in ballo spesso onore e dignità e sembra pure lei non apprezzare chi si nasconde dietro a un dito (o al comodo anonimato dei commenti), a scrivermi una mail a vitamina_erre@yahoo.it ed esporre in questo modo le motivazioni di questi attacchi che reputo abbastanza ingiustificati. Aspetto quindi sue notizie via mail con la massima disponibilità.
elisa

Anonimo ha detto...

dietro il mio commento non c'era alcun astio, mi scuso se è trapelato. Nessun chiarimento, non ne vedo la necessità. Pensavo solo che uno potesse esprimere liberamente quello che pensava, e, ... la ragazza col pc ha pensato quello che poi hai potuto leggere! l'anonimato poi è voluto...chissà magari sono una di quelle che predica bene e razzola male!!! o forse una che dice e non dice, proprio come fanno tante persone
ragazza col pc

Anonimo ha detto...

Scusami, ma vuoi mantenere l'anonimato e usi termini come "rectius"?! Mah...
STE

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...